Pensieri in liberta° 16


22 novembre 2016
A tutti voi!
don LucaQuesto pensiero in libertà nasce dalla gratitudine! Ci ho pensato se scriverlo o no. Ma poi mi sono detto (come faccio spesso ultimamente) "è meglio essere criticati di protagonismo e di eccessiva esposizione che tacere una cosa bella!". Una cosa se è vera la dici e se è bella la racconti a tutti.
Ho compiuto 50 anni e sono stato sommerso da messaggi e attenzioni che definire numerose e meravigliose è poco.
Non ho risposto a nessuno degli sms ricevuti e per pudore taccio il numero, ma voglio farlo ora. E voglio rispondere anche a tanta gente che non ha mandato messaggi ma so che ha pregato per me. E’ fantasticoil giorno del mio onomastico, del compleanno e anche dell’ordinazione sacerdotale io ho 4 messe feriali dove si prega per me!
Lo so, magari per il parroco lo si fa in tutte le comunitàmagari per dovere di cortesia. Però vi assicuro che i contenuti dei messaggi e le manifestazioni di affetto che ho ricevuto, per il mio mezzo secolo di vita, non sono state di semplice cortesia. Devo dire grazie a tutti perché mi sento amato.

don LucaNella vita un uomo può ricevere tanto o poco e non sempre quello che riceve corrisponde a quanto ha dato. C’è gente che da molto e riceve purtroppo poco perché, alcune volte le situazioni e le persone sono ingrate. Io penso sempre di me che posso dare di più ma, qui sta la Grazia di Dio, ricevo sempre in eccedenza.
Mi sono trovato a 50 anni a sentirmi un costante debitore di amore. E’ così, quando mi sembra di restituire e saldare il debito, subito ricevo così tanto amore da sentirmi quasi in imbarazzo perché non ce la farò mai a restituire.


Ho 50 anni e ho scelto di amare Gesù e la Chiesa, cercando di fare il prete. E proprio a 50 anni, senza tante persone o cose che un uomo, alla mia età, potrebbe desiderare lecitamente, voi mi avete aiutato a capire ancora meglio quella parola del Vangelo che dice:

"Pietro allora disse a Gesù: «Noi abbiamo lasciato i nostri beni e ti abbiamo seguito». Ed egli rispose: «In verità io vi dico, non c°è nessuno che abbia lasciato casa o moglie o fratelli o genitori o figli per il regno di Dio, che non riceva molto di più nel tempo presente e la vita eterna nel tempo che verrà» (Luca 19, 28 – 30).

don LucaEcco voi mi avete aiutato in questi giorni a sentire vere queste parole di Gesù e a sentirle vere per me! Sperimento che quello che ricevo nel tempo presente è davvero molto di più di ciò che ho lasciato e poi c’è la vita eterna ma per quella vorrei aspettare ancora qualche annetto

Sono un uomo felice e grazie a voi!
Ve lo dico con il cuore: Vi voglio bene e mi sa che da grande farò il prete!

Grazie ! Vostro, davvero, don Luca


Torna alla pagina dei Consigli *


                                                        don Luca